Done with mirrors.

Done With Mirrors | Aerosmith (Geffen, 1985) È una bella mattina di sole, quando Steven Tyler torna a frequentare la mia autoradio. In questi giorni mi dedico all’ascolto di alcune opere minori che appartengono a discografie sterminate, quelle di artisti che hanno scritto la storia della musica pop e guadagnato un sacco di denaro. Gli Aerosmith per esempio, gente che ce l’ha fatta, musicisti al vinile, venduto allora in quantità industriali. Mi viene in mente Done with Mirrors, l’album del ritorno, un come back ritenuto mai troppo ispirato, offuscato dallo straordinario successo di Permanent Vacation. Continua a leggere